Kit di sopravvivenza: 3 strategie infallibili per sopravvivere in menopausa

 

“Meno-pausa” potrebbe essere un divertente gioco di parole ma non è una cosa da ridere per quei 10 milioni di donne in Italia quando vampate di calore, sbalzi d’umore e cambiamenti di memoria influenzano la tua vita.

Vorresti un aiuto veloce, un rimedio immediato, vero?

Sarò subito sincera con te: non esiste nulla di immediato. L’unica cosa che è utile fare è adottare uno stile di vita salutare.

Non ci sono scappatoie.

La medicina degli ultimi 20 anni ci ha fatto credere che rimpiazzando gli ormoni si sarebbero risolti tutti i problemi. Oggi invece la supposta capacità della TOS (terapia ormonale sostitutiva) di prevenire patologie cardiovascolari ed essere efficace nella sintomatologia di vampate e tachicardia è stata decisamente smentita da una vasta e seria ricerca scientifica (WHI – Women’s Health Initiative), condotta negli Stati Uniti su decine di migliaia di donne.

Le ultime ricerche scientifiche dimostrano che sono proprio le sane abitudini di una volta a funzionare!

In questo articolo ti voglio spiegare come e perché la Scienza è andata fuori strada e troverai anche un piccolo kit di sopravvivenza con 3 strategie infallibili per riportare la tua vita in equilibrio.

COSA SUCCEDE IN MENOPAUSA

Noi siamo abituate ad usare il termine menopausa per indicare quello che in medicina è noto come climaterio. E’ un periodo che può durare anche 10 anni in cui progressivamente le ovaie rallentano il loro funzionamento e di conseguenza riducono la produzione degli ormoni femminili: gli estrogeni e il progesterone.

Tecnicamente la menopausa è proprio l’ultima mestruazione e puoi dire che quella è stata l’ultima, solo dopo un bel po’ che non hai il ciclo, generalmente un anno.

Io userò il termine menopausa nella sua accezione più comune e quindi sottointendendo il climaterio ossia quel decennio che va dai 45 a 55 anni. Ovviamente ci sono le eccezioni e quindici sono casi di menopausa precoce che si manifesta prima dei 40 anni o menopausa indotta a causa di asportazione dell’utero.

Quando inizia la menopausa, i sintomi principali che potresti provare sono:

♦  Vampate

♦  Secchezza vaginale

♦  Irregolarità mestruali (naturali)

♦  Depressione, oscillazioni dell’umore

♦  Incremento di peso

Dico potresti perchè ogni donna è unica e quindi ci sono donne (beate loro!) che non hanno neanche un sintomo o al massimo veramente lievi e sopportabili.

Io faccio parte della categoria delle “sfortunate” con una menopausa precoce a 38 anni e vampate a go-go. Se vuoi leggi qui la mia storia.

 

IN COSA LA SCIENZA STA SBAGLIANDO

Come dicevo, la menopausa si verifica quando si interrompe la produzione di estrogeni e il ciclo diventa irregolare fino a cessare. Di fornte a questa evidenza, agli scienziati è sembrato ragionevole sostituire farmacologicamente gli ormoni per attenuare i sintomi della menopausa.

Ma questo approccio ha creato due ordini di problemi.

Il primo è quello di considerare la menopausa come una malattia da curare con farmaci invece di incoraggiare la necessità di un nuovo stile di vita.

L’altro, ben più grave, riguarda la scoperta che gli ormoni sintetici non si comportano come quelli veri e soprattutto creano effetti collaterali pericolosissimi.

Come si legge in un articolo del Dott. Perugini Billi “secondo il Million Woman Study, negli ultimi 10 anni, solo nella Gran Bretagna, 20.000 casi di tumori alla mammella, molti dei quali mortali, sono stati causati dalla TOS (Lancet, 2003; 362:419-27). Lo studio ha dimostrato che la TOS raddoppia il rischio di tumore alla mammella e aumenta il rischio di infarti cardiaci, trombosi e ictus. Per anni, la medicina ha creduto che i due ormoni della TOS, progestinici ed estrogeni, dati in combinazioni fossero più sicuri che dati singolarmente, per quanto riguardava il rischio di tumore dell’utero. Questo studio ha invece dimostrato esattamente il contrario. Dopo 5 anni, la TOS può causare 1 tumore su 166 donne, mentre dopo 10 anni ne causa 1 su 50. E attenzione, le cose non cambiano se si usano pillole piuttosto che cerotti.”

QUINDI CHE FARE?

Innanzi tutto è bene che tu verifichi la situazione effettiva con un test. Infatti è possibile determinare se i sintomi che hai sono dovuti alla menopausa facendo delle analisi del sangue per controllare il livello del FSH (ormone follicolo stimolante). Quando le ovaie non lavorano secreto l’ormone follicolo stimolante. Quindi più alto è il livello di FSH, più è probabile che tu sia in menopausa.

 

TRE STRATEGIE INFALLIBILI PER RITROVARE L’EQUILIBRIO

Tutte avremmo sperato in una soluzione rapida, ma purtroppo l’unica cosa che posso dirti con certezza perché sperimentata con successo in prima persona è quella di impostare uno stile di vita basato su una sana alimentazione il prima possibile, non appena entri nella fase pre-climaterio e quindi generalmente intorno ai 42/45 anni.

Se poi sei impaziente e vuoi alleviare più velocemente il fastidio dei sintomi e aiutare l’organismo in questo importante passaggio queste sono le 3 strategie naturali che definisco veramente infallibili.

Io sono favorevole all’integrazione naturale perché con la sola alimentazione non si riesce sempre a soddisfare il fabbisogno di tutti i nutrienti che il corpo richiede. Soprattutto quando siamo in momenti particolari come quello della menopausa.

Il consiglio che voglio darti è quello di evitare gli integratori poco costosi che in genere non funzionano e scegli sempre prodotti certificati biologici.

Ovviamente, non ci sono garanzie che i rimedi naturali contribuiranno a ridurre tutti i sintomi della menopausa ed esserne consapevole aiuta a essere realistica riguardo le tue aspettative.

Ciò significa che potrebbe essere necessario sperimentare cosa funziona su di te. Fai delle prove. Alterna le varie proposte. Ascoltati.

Un consiglio quasi obbligato e che ritengo veramente fondamentale è di tener presente che è importante acquistare prodotti puri di alta qualità e usarli secondo le dosi consigliate sentendo sempre il parere del medico curante.

1 – Parti con i fitoestrogeni

Prendendo fitoestrogeni in maniera preventiva già intorno ai 40 anni nella fase di pre-menopausa l’organismo gestisce in modo graduale e naturale i livelli di estrogeni giorno per giorno in modo che quando la menopausa arriva troverà la strada pronta.

Una pianta a me cara è la radice di Shatavari una pianta tipica dell’India  il cui nome sanscrito è molto poetico infatti significa “colei che possiede 100 mariti”. E’ proprio una pianta amica delle donne: rimette in sesto il sistema ormonale e ti mantiene giovane e in salute.

Di questa piantasi usa la polvere ottenuta dalla radice essiccata. Se vuoi provare, un ottimo prodotto che ti consiglio a base di questa radice lo trovi qui: https://goo.gl/N8nnnZ

 

2 – Prendi acidi grassi Omega-3

L’Omega 3 è essenziale per il benessere del corpo soprattutto in menopausa. Spesso però questo acido grasso non viene assunto con criterio e consapevolezza nelle giuste quantità. Molte persone percepiscono la parola “grasso” come qualcosa di negativo ed eliminano questa parola dal loro dizionario alimentare. In realtà è bene sapere che alcuni grassi sono essenziali per la salute del nostro organismo.

Tra questi ci sono gli acidi grassi Omega‐3 i cui più importanti sono:

3. Acido Alfa Linoleico (ALA)
4. Acido Eicosapentaenoico (EPA)
5. Acido Docasaesaenoico (DHA)

Gli Omega 3 sono presenti nel pesce e in alcune piante, in particolare:

♥  Pesce (EPA e DHA)
♥  Olio di pesce (EPA e DHA)
♥  Crostacei (EPA e DHA)
♥  Noci (ALA)
♥  Oli vegetali come l’olio di lino, di semi di canapa, di ribes nero, di colza(ALA)

Una delle fonti recentemente scoperte di EPA e DHA di origine non animale sono le alghe del genere Schizochytrium con un contenuto in DHA che può raggiungere anche il 40%.

Utilizzare quest’ alga piuttosto che i pesci per l’estrazione degli omega-3 significa andare direttamente alla radice e ottenere un prodotto più puro e più naturale e soprattutto totalmente immodificato dal metabolismo del pesce.

Se finora gli Omega-3 vegetali si consideravano inferiori a quelli animali, ancora una volta il mondo delle alghe ci fornisce un’importante alternativa.

Perché gli omega-3 sono necessari in menopausa?

Perché agiscono direttamente sul sistema ormonale e quindi:

 – riducono le vampate
 – prevengono l’osteoporosi
 – contrastano gli sbalzi di umore

Purtroppo gli omega-3 sono sempre più carenti nell’alimentazione attuale e quindi se vuoi essere sicura di soddisfare il corretto fabbisogno giornaliero è molto utile ricorrere all’integrazione.

Fai molta attenzione alle quantità di principio attivo contenuto. In genere i prodotti più economici hanno sicuramente una ridotta quantità di principio attivo e quindi un’efficacia nulla.

Se stai cercando un integratore omega-3 di origine vegetale, ti consiglio questo prodotto di altissima qualità: https://goo.gl/qp3KeZ

3 – Diventa amica del Tè Matcha.

Il tè matcha, o tè verde giapponese, ha proprietà antiossidanti superiori rispetto a quelle di qualsiasi altro tè verde. Recenti studi hanno infatti dimostrato che le foglie di tè matcha conterrebbero 137 volte il contenuto di antiossidanti del normale tè verde.

I polifenoli e i diversi aminoacidi, tra cui L-teanina, presenti in questo tè riducono lo stress fisico e psicologico, mentre l’acido glutammico agisce sul sistema nervoso centrale.

Risultato?

Se prendi l’abitudine di assumere una tazza al giorno di questo tè è come farsi un vero trattamento antiaging che fa bene alla pelle, ci rilassa e ha come effetti collaterali una drastica riduzione delle vampate e un incredibile sferzata di energia positiva.

Anche qui, ormai hai capito la mia filosofia che predilige solo prodotti di altissima qualità, è bene scegliere prodotti certificati e di qualità eccellente. Anche in questo caso ho un prodotto da consigliarti: https://goo.gl/8C3w5D

Se hai notato la soia non è tra le piante che consiglio perché le alternative che ti propongo sono sicuramente migliori, ma non solo, la soia potrebbe persino danneggiare la tua salute.

Ma questa è un’altra storia e siccome è un tema che mi sta a cuore scriverò presto un articolo specifico su questo argomento. Per ora ti basti sapere che oltre il 90% della soia coltivata negli Stati Uniti ed esportata in Europa è geneticamente modificata e viene irrorata con velenosi erbicidi!

Per concludere, ti ricordo i must da evitare, alcuni dei quali sicuramente già li conosci.

Escludi carboidrati raffinati, zucchero, caffeina e alcol.

E’ questo quello che intendo con modificare lo stile di vita.

Non viverlo come una privazione, ma una scelta consapevole che ti porta benessere.

La menopausa è uno di quei casi in cui ciò che è più semplice e naturale è anche il migliore.

Perché la prevenzione è sempre la medicina più intelligente!

 

7 commenti

  1. Anna

    7 mesi fa  

    Buonissimi consigli io prendo regolarmente omega 3 e da quando seguo programma di Anna meno vampate e mi sento decisamente megljo


    • Anna Cuva

      7 mesi fa  

      Evviva Anna! Sono davvero felice che ti senti decisamente meglio!


  2. Antonia

    7 mesi fa  

    Sicuramente farò tesoro dei tuoi consigli Anna Grazie!!


  3. Anna Re

    6 mesi fa  

    Leggerò con attenzione e metterò in pratica i tuoi preziosi consigli..


  4. Anna Lagana

    6 mesi fa  

    Ciao Anna quale tipo di Omega 3 prendi. Quelli consigliati?
    grazie


    • Anna Cuva

      6 mesi fa  

      Ciao Anna, si uso e consiglio quelli!


  5. Teresa

    6 mesi fa  

    Articolo interessante


Commento

La tua email non sarà pubblicata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco