Ti presento il mio amico…Ghee

Oggi ti svelo un segreto…ebbene sì ho l’amico!

Ma cosa hai capito? Non quello!

Ho un alimento amico e si chiama Ghee!

Il Ghee? Mai sentito!???

Bene è arrivato il momento in cui devi assolutamente 

conoscerlo e farlo diventare anche tuo amico!

Il Ghee è un burro chiarificato.

Significa che a partire dal comune burro non salato, 

applicando un procedimento di cottura lenta, 

che di seguito ti spiego, si eliminano la parte 

acquosa, le proteine e il lattosio. 

Questo fa sì che il burro chiarificato, 

non irrancidisce perché non ha più la parte 

acquosa ed è molto digeribile perché privo 

di caseina e lattosio.

Il Ghee è puro grasso al 100%.

Proprio quello che ci serve in menopausa 

per nutrire in modo sano il nostro organismo.

So che ti sembra strano e stai pensando

che la sola parola, semplicemente a pronunciarla, 

fa ingrassare! 

Allora prova a fare un’azione nella direzione del cambiamento.

Non ti fermare alla prima sensazione che stai provando.

Fatti il regalo di mettere in dubbio! 

quello a cui finora hai creduto e… continua a leggere.

La prima cosa da sapere è che il Ghee è ricco di 

acidi grassi saturi prevalentemente a catena corta, 

che normalmente il corpo utilizza velocemente 

per scopi energetici e quindi non immagazzina. 

Significa che =>> Non ingrassa!

Ma questo non lo dico solo io, ma come sostengono 

numerosi medici, tra cui il dott. Perugini Billi famoso

nutrizionista, non bisogna temere nulla dai grassi saturi. 

Leggi cosa scrive il dott. Perugini Billi.

I grassi saturi forniscono il 50% degli acidi grassi presenti 

nelle membrane cellulari. Senza di loro, la cellula non 

avrebbe la necessaria rigidità e non potrebbe 

sopravvivere, né funzionare adeguatamente. (…)

Un acido saturo a catena corta di estremo interesse 

che è presente nel Ghee è l’acido butirrico, che è in 

grado di impedire la trasformazione cancerogena 

delle cellule del colon.

Infine, il Ghee contiene anche le preziosissime vitamine

liposolubili (A, D, K, E) e l’acido linoleico coniugato,

che ha dimostrato proprietà antitumorali.

Anche per quanto riguarda il colesterolo contenuto

nel Ghee (8 mg per cucchiaino) non si deve temere nulla.

Il consumo di Ghee a scopi e dosaggi terapeutici

non influisce sui valori di colesterolo del sangue,

come suggeriscono alcuni studi scientifici e la pratica clinica.

In alcuni studi su animali, addirittura ha mostrato

di ridurre le LDL (il colesterolo considerato “cattivo”).

Questo effetto pare dovuto ad un aumento del flusso biliare 

che si verifica dopo il consumo di Ghee.

Altra proprietà interessante è che il Ghee è di facile 

assorbimento e digeribilità.

Il grado d’assorbimento a livello intestinale è molto

alto, circa il 96%, decisamente superiore al normale

burro e a tutti gli altri grassi e oli.

Ma come lo usiamo il Ghee?

Il Ghee è fantastico per cucinare, tiene bene le alte 

temperature e non brucia come il burro. 

Il mio consiglio è di iniziare ad usarlo molto 

spesso in cucina. 

E’ ottimo per dare gusto alle verdure che dopo 

averle cotte potrai riscaldare in padella 

con un cucchiaio di Ghee.

E’ anche buonissimo per accompagnare 

qualsiasi piatto. Io lo uso come una salsina 

che ho sempre a disposizione a tavola con 

cui rendo più gustosi tutti i piatti.

Il Ghee si conserva perfettamente e non è 

necessario tenerlo in frigo. Bisogna chiuderlo 

molto bene e tenerlo nella dispensa lontano dalla luce. 

Ogni volta che se ne prende un po’, bisogna utilizzare 

sempre un cucchiaino perfettamente pulito e 

mai umido o bagnato.

Il Ghee biologico è meglio.

Nel Ghee di origine non biologica sono stati 

trovati residui di pesticidi, sebbene in quantità inferiore 

rispetto al burro normale. E’ un vero peccato che un 

così prezioso dono della natura venga inquinato 

da sostanze tossiche e potenzialmente cancerogene. 

Scegli quindi un Ghee biologico, che ormai si trova, oltre 

che nei negozi specializzati in alimentazione naturale 

anche nei supermercati. 

Un Ghee di ottima qualità lo puoi trovare anche online

e ti consiglio quello che trovi cliccando qui.

Il mio consiglio è di provare a farlo tu… 

vedrai che è semplicissimo da fare. 

In questo caso, usa sempre un buon burro biologico.

Ed ecco la ricetta!

1. Metti la pentola (ben pulita) sul fornello. 

Utilizza sempre il fornello più piccolo che hai a 

disposizione. Usa uno spargi fiamma per evitare 

temperature troppo elevate e ricordati che più questa 

è larga e bassa più la cottura avverrà in modo 

efficace e corretto.

2. Se usi una pentola elettrica a basso consumo 

(Slow Cooker)che è quella che uso io, non hai 

nessun problema di fiamma ed il tutto diventa 

veramente semplicissimo.

3. Posiziona i panetti di burro nella pentola, accendi 

il fornello a fiamma minima oppure posizioni la slow 

cooker sul livello più basso di temperatura, chiudi

la pentola con il coperchio e attendi che il burro 

si sciolga.

4. Una volta che tutti i panetti sono sciolti, ricordati 

di spostare il coperchio per lasciare delle fessure, 

in modo che il vapore sia libero di uscire.

5. Dopo circa 30 minuti l’olio (burro completamente sciolto) 

dovrebbe iniziare a sobbollire.

6. Osserva le pareti della pentola e vedrai 

formarsi delle bollicine. Attendi fino a quando la leggera 

ebollizione comincia ad essere costante e ben distribuita.

7. Lascia che tutto vada avanti fino a quando 

l’affioramento delle proteine residue non diventi 

una crosticina marrone scuro (potrebbe anche diradarsi 

a tal punto da quasi sparire) e la caseina rimasta sul fondo 

si solidifichi aderendo completamente al fondo e alle 

pareti della pentola e si scurisca omogeneamente.


FILTRAGGIO e CONFEZIONAMENTO:

1. Elimina la crosta superficiale aiutandoti con 

uno dei due colini.

2. Lava e asciuga bene questo colino che verrà 

usato per filtrare il Ghee.

3. Posa il primo colino sul contenitore che ti 

permetterà di travasare comodamente il Ghee 

nei barattoli di vetro.

4. Posiziona la garza sterile su questo colino e 

immediatamente sopra appoggia il secondo colino, 

in modo da formare un doppio processo filtrante.

5. Cola il burro sciolto (ora diventato ghee) nel 

contenitore utilizzando il mestolo.

6. Attendi che il Ghee si intiepidisca e travasalo nei barattoli.

7. Chiudi bene i barattoli con i rispettivi coperchi.

L’ultima parte del raffreddamento permetterà la chiusura 

ermetica del Ghee. Potrai apprezzare questo fenomeno 

vedendo il coperchio del barattolo ritirarsi verso l’interno.

Infatti nella cristallizzazione (passaggio dallo stato liquido 

a solido, sotto i 25°) il volume diminuisce leggermente e 

questo fa sì che il coperchio (se chiuso correttamente) 

venga attratto verso l’interno.


IMPORTANTE:

• Ricorda che il Ghee ha bisogno del giusto tempo 

affinché la separazione del lattosio, delle proteine e 

dell’acqua possa avvenire completamente.

• Questo prodotto, se fatto bene, si conserva per 

molto tempo, anche fuori dal frigorifero.

• Ogni volta che lo consumi, utilizza sempre 

cucchiaini o cucchiai perfettamente puliti e asciutti.

•  I tempi di cottura dipendono da quanto burro 

stiamo usando e dal tipo di cottura (se su fuoco oppure 

utilizzando la Slow Cooker). Inizialmente per avere un 

riferimento considera che per 1Kg di burro ci vogliono 2 ore circa.

• Quando quantifichi il numero dei barattoli, considera

 uno scarto del 20%. Quindi, ad esempio, 1 kg di burro 

iniziali produrranno 0,8 kg di Ghee.

E adesso non ti resta che sperimentare e non dimenticare

di lasciare un commento facendomi conoscere la tua esperienza

con il Ghee

 

 

Commento

La tua email non sarà pubblicata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco