Mangi troppo zucchero? Te lo si legge in faccia!

 

Lo zucchero è l’ingrediente più dannoso che ci sia.

Un eccesso di zucchero nell’ alimentazione oltre ad arrecare sovrappeso nel lungo periodo, lo si nota subito in faccia: borse sotto gli occhi, pallore e invecchiamento cutaneo precoce sono i sintomi visibili sul viso di una dieta ricca di zuccheri.

Puoi usare la crema più miracolosa che ci sia che ti fa sparire le borse sotto gli occhi in 3 minuti ma il problema resta.

Se vuoi risolverlo una volta e per sempre devi cambiare stile alimentare.

Lo zucchero è subdolo, è nascosto dappertutto. Non basta evitare i dolci e gelati.

Quando bevi una birra o del vino, quando bevi una bibita o un succo di frutta spesso e volentieri c’è dello zucchero aggiunto.
Se quando leggi l’etichetta trovi al primo posto la parola zucchero, allora puoi esser certa che quello è un prodotto da evitare.

Non abbiamo bisogno di questo zucchero “aggiunto” perché quello “buono” lo prendiamo da numerosi alimenti e soprattutto dalla frutta e dalla verdura!

Nella frutta e nella verdura gli zuccheri presenti hanno una concentrazione molto più bassa perché contengono quantità di altri elementi tra i quali: acqua, proteine, vitamine, sali minerali, fibre,ecc.

Purtroppo negli ultimi 50 anni i cibi che abbiamo a disposizione sono sempre più spesso ottenuti con processi di lavorazione industriale e aggiunta di zuccheri, additivi e conservanti.

Consideriamo “normale” che la pasta e il pane siano prodotti con farine bianche e raffinate; bibite e succhi di frutta confezionati si sono sostituiti a spremute e frullati; piatti pronti da scongelare comodi per preparare una cena in 5 minuti sono un’abitudine di moltissime persone.

In tutte queste preparazioni industriali così come anche nelle farine raffinate, i nutrienti sono ridotti al minimo e il risultato finale della digestione e quindi di quello che arriva al nostro organismo è solo zucchero!

Un’alimentazione ricca di zucchero comporta nel tempo una vera propria modifica del gusto. Per cui se non è abbastanza dolce non ci piace! Ma visto che il gusto è un senso che si modifica in funzione delle abitudini, si può facilmente recuperare un gusto che predilige sapori non dolci.

Hai mai provato a prendere un caffè senza zucchero?

Se sei abituata a prenderlo con 2 cucchiaini di zucchero ti sembrerà imbevibile!

Ed hai ragione. Prova a ridurre la quantità un po’ per volta per abituarti al nuovo sapore.

Ti sorprenderà come man mano che elimini la quantità di zucchero affiora l’aroma del caffè.

E quando lo proverai senza zucchero potrai riconoscerne tutte le caratteristiche organolettiche.

Quante volte metti nel caffè lo zucchero per “aggiustarne” il sapore? Un buon caffè non ha bisogno di essere corretto e quindi abituare il palato al gusto “senza zucchero” ci da la possibilità di riconoscere ciò che è buono da ciò che non lo è.

L’esempio del caffè è solo una delle tante abitudini che abbiamo nel corso della nostra giornata.

Uno di quei riti a cui sembra impossibile rinunciare, ma che come una goccia cinese, negli anni, fanno la differenza tra un organismo in salute ed uno pieno di acciacchi, tra una pelle sana e bella e una faccia da zucchero!

 

Commento

La tua email non sarà pubblicata.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Informativa sulla Cookie Privacy di questo Sito

Questo sito o gli strumenti terzi che utilizza si avvalgono, oltre che di cookie tecnici necessari al corretto funzionamento, di cookie di tracciamento utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Per i dettagli consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina, cliccando sulla pagina o proseguendo la navigazione in altra maniera, dichiari di acconsentire all’uso dei cookie nei termini espressi.

Questo campo è obbligatorio
Immettere un indirizzo e-mail valido
Spuntare questa casella per proseguire
Selezionare un valore dall'elenco